Accedi

Registrati

Dopo aver creato un account, sarete in grado di monitorare lo stato del pagamento, la conferma di pista e si può anche votare il tour dopo finito il tour.
Nome utente*
Password*
Conferma Password*
Nome*
Cognome*
E-mail*
Telefono*
Paese*
Creazione di un account significa che stai bene con i nostri Termini di servizio e l'Informativa sulla Privacy.

Sei già iscritto

Accedi

Accedi

Registrati

Dopo aver creato un account, sarete in grado di monitorare lo stato del pagamento, la conferma di pista e si può anche votare il tour dopo finito il tour.
Nome utente*
Password*
Conferma Password*
Nome*
Cognome*
E-mail*
Telefono*
Paese*
Creazione di un account significa che stai bene con i nostri Termini di servizio e l'Informativa sulla Privacy.

Sei già iscritto

Accedi
0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View CartCheck Out

Un nuovo record per il giro del mondo in bicicletta?

Andrew Nicholson, 45 anni, potrebbe appena aver stabilito il nuovo record di giro del mondo in bicicletta. Aspettiamo di sapere se la commissione del Guinness World Record confermerà la notizia. Fino ad allora, il record è dell’inglese Alan Bate, che lo detiene dal 2010.

Andrew Nicholson è un insegnante di scuola elementare a Dunedin, nel profondo sud della Nuova Zelanda. Ha appena completato il giro del mondo in bicicletta in 123 giorni, due in meno di quelli impiegati da Alan Bate. Partito da Auckland il 12 agosto, Andrew ha attraversato gli USA, il Canada, numerosi paesi europei, India, Asia sudo-orientale e Australia per la bellezza di 29’179 km.

Le regole per il giro del mondo del Guinness World Records prevedono che si possa volare o usare mezzi di trasporto pubblici di fronte a barriere naturali insormontabili, come l’oceano, o per evitare paesi in guerra.

 

Nicholson ieri è stato intervistato dal giornale inglese Guardian nell’ospedale dove si stava facendo mettere i punti per una ferita al gomito dovuta a una caduta nella doccia! Il piccolo incidente, scrive il Guardian, è dovuto secondo il ciclista “alla stanchezza e al calo di tensione”.

Nicholson ha usato spesso il sito warm showers, una comunità di ciclisti che anche noi dell’Emporio usiamo ogni tanto, una sorta di coach surfing per ciclisti.

Alan Bate, attuale detentore del record.

Che aggiungere? A noi, lo sapete, piacciono questo genere di storie. Ci ha colpito sentire che Nicholson, che tra l’altro ha partecipato a tre olimpiadi invernali nella disciplina del pattinaggio di velocità, ha “mangiato di tutto durante il viaggio”, che prova “a non ascoltare cose tipo Ipods” mentre pedala “perché annullano i sensi e diminuiscono l’esperienza mentre pedali”. E poi, abbiamo apprezzato la : il neozelandese racconta che per lui battere il record del mondo stava diventando un’ossessione, e ogni tanto si doveva costringere a fare un passo indietro e godersi il viaggio.

Andrew Nicholson durante il suo viaggio.

Ed è arrivato alla conclusione, che condividiamo a pieno che “fare semplicemente il giro del mondo in bicicletta molto velocemente, anche se non avessi battuto il record, sarebbe stata comunque una storia cool

1 Response

Scrivi un commento

it_IT